Star Trek & Zombie

Cosa ci fa un ex soldato in una convention di Star Trek in Texas? Semplice: salva dei fanboy da morte certa aiutandoli a sfuggire ad un’invasione zombie!

Night of the Living Trekkies, un libro di Kevin David Anderson, è il più assurdo mashup che is possa immaginare. Dalla seconda di copertina:

Jim Pike was the world’s biggest Star Trek fan—until two tours of duty in Afghanistan destroyed his faith in the human race. Now he sleepwalks through life as the assistant manager of a small hotel in downtown Houston. But when hundreds of Trekkies arrive in his lobby for a science fiction convention, Jim finds himself surrounded by costumed Klingons, Vulcans, and Ferengi—plus a strange virus that transforms its carriers into savage, flesh-eating zombies!

As bloody corpses stumble to life and the planet teeters on the brink of apocalypse, Jim must deliver a ragtag crew of fanboys and fangirls to safety. Dressed in homemade uniforms and armed with prop phasers, their prime directive is to survive. But how long can they last in the ultimate no-win scenario?

E come se l’assurdo non fosse abbastanza, il libro si presenta con un divertentissimo trailer cinematografico:

 

“Fixed it. They’re right behind me, aren’t they? I’m not surprised, are you surprised?” urlato dal redshirt, è un tocco di genio.

Il Ritorno dello Jedi, circa 1982

Alcuni giorni fa sono stati pubblicati alcuni scatti del set del Ritorno dello Jedi effettuati da un fan nel lontano 1982, che aveva deciso di farsi una passeggiata nella Buttercup Valley, una zona desertica del sud della California.

Continua a leggere »

Kepler-22b pianeta “gemello” della Terra

Lunedì la NASA ha confermato la rilevazione da parte della sonda Kepler di un pianeta, Kepler-22b, nella cosiddetta “fascia abitabile” (ovvero quella fascia attorno ad una stella che riceve la giusta quantità di calore per permettere acqua allo stato liquido) a “soli” 600 anni luce da noi. La stella attorno a cui orbita, sebbene leggermente più fredda, è della stessa classe del nostro sole, e durata dell’anno (290 giorni) e dimensioni (2.5 volte la Terra) sono paragonabili.

Insomma, sembrerebbe proprio che per la prima volta siamo riusciti a trovare un gemello per la nostra Terra, finora ritenuta un fenomeno più unico che raro all’interno della briciola di Universo conosciuto. Non sappiamo se in realtà Kepler-22b sia abitabile, o magari addirittura abitato. Se ci vivano sopra batteri, pesci, o magari qualcosa di simile a delle scimmie volanti. O se addirittura ci sia una forma di vita intelligente la cui versione della sonda Kepler si sia per qualche istante girata verso di noi e li abbia fatti saltare sulla sedia (“guardate! Un pianeta gemello del nostro!”). Fatto sta che, nonostante i 5 miliardi, 676 milioni, 480 mila milioni di chilometri che ci separano (5.67648 x 10^15 per i più tecnici), nonostante il fatto che plausibilmente passeranno secoli prima anche solo di poter pensare a come andare a visitare Kepler-22b (se mai sarà possibile), nonostante il fatto che Kepler-22b potrebbe non essere abitato, già oggi siamo comunque un po’ meno soli.

ROSA: cortometraggio sci-fi

ROSA è un cortometraggio di fantascienza scritto, diretto, renderizzato, musicato e tante altre cose che finiscono in “to” da un singolo (geniale) fumettista spagnolo di 30 anni, Jesùs Orellana. Il film nei suoi 10 minuti mostra un mondo spento, abitato solo da cyborg di una presunta “Kernel Corporation” che rappresenterebbero l’ultimo tentativo dell’umanità in estinzione di ripopolare un pianeta ormai morto.

La regia frenetica, fumettosa ma estremamente ben fatta, ha immediatamente catturato l’attenzione della stampa per il livello qualitativo, quasi assurdo considerando che si tratta di un progetto personale, tanto che si sta già parlando di trasformare ROSA in un lungometraggio, con tanto di attori in carne ed ossa. Giudicate voi stessi se ne vale la pena!

Febbre da Trono: HBO ingrana la quarta

Sembrano cambiati i piani di produzione della serie TV Il Trono di Spade, tratta dai libri “Cronache del Ghiacco e del Fuoco” del Babbo Natale con lo spadone di Gregor Clegane e la lingua affilata di Tyrion Lannister, Alias George Martin: mentre in un primo momento ogni serie avrebbe dovuto coprire le vicende di uno dei libri, la terza e la quarta stagione si concentreranno entrambe su Tempesta di Spade (in italiano tristemente diviso in tre volumi: Tempesta di Spade, I fiumi della guerra e Il Portale delle Tenebre).

Continua a leggere »

Il Pilastri della Cultura Nerd: Battlestar Galactica

“I Cyloni furono creati dagli umani. Furono creati per rendere la vita più facile nelle Dodici Colonie. Ed ecco che venne il giorno in cui i Cyloni decisero di sterminare i loro padroni. Dopo una guerra lunga e sanguinosa, fu dichiarato un armistizio. I Cyloni se ne andarono alla volta di un altro mondo che potessero chiamare casa. Fu costruita una remota stazione spaziale dove gli umani e i Cyloni potessero incontrarsi e mantenere relazioni diplomatiche. Ogni anno i coloniali inviano un ufficiale. I Cyloni nessuno.  Nessuno ha mai visto o avuto notizie dai Cyloni per oltre 40 anni”

L’antefatto

“Tu-tun-tu-tu-tun” Flatline che cerca di creare tensione canticchiando la sigla iniziare

“Fottuto tostapane” Rionero, guardando con recriminazione il toast bruciato in una citazione carpiata di Battlestar

Continua a leggere »

Pandemia: salvare il mondo in 4 pratiche azioni

Quanti di voi hanno sognato da piccoli di fare il dottore?

Ok, forse avrei dovuto dire: “quanti di voi hanno sognato da piccoli di fare il dottore non solo per toccare con mano le grazie della vicina di banco?”

Bene, questa è una cifra più ragionevole.

Benvenuti in Pandemia, il gioco che vi fa vestire i panni degli scienziati del CDC (Center for Disease Control) di Atlanta mentre cercano disperatamente di contenere le mortali epidemie che si diffondono sul pianeta, impedendo l’estinzione della razza umana e la trasformazione dei terricoli in terribili zombie mangiauomini. No, questo forse è un altro gioco.

Pandemia

La scatola di Pandemia.

Continua a leggere »

Stahleck 2011: Report sul torneo di A Game of Thrones LCG

A volte si hanno idee geniali. Tipo quando a qualcuno è venuto in mente di costruire una ruota per spostare oggetti pesanti, o di sfregare due legnetti per fare un fuoco, o inventare una serie come The Big Bang Theory. L’Uomo ha sempre trovato metodi innovativi per risolvere problemi pratici. E anche questa volta non ha fatto eccezione. Come stoccare più di 100 nerd appassionati dell’LCG (gioco di carte non collezionabile) di A Game of Thrones? E, soprattutto, come farlo con un occhio all’estetica e alla salubrità ambientale?

La risposta, semplice, è venuta da se.

Benvenuti a Castle Stahleck, il luogo dove i sogni diventano realtà!

Ingresso al Castello

Ingresso al Castello di Stahleck: il fossato.

Continua a leggere »

Akira: Kristen Stewart sarà Kay?

DISCLAIMER: Questo articolo è una bieca scusa per inserire foto di Kristen Stewart. E quando ci ricapita su Nerd-Vana

Secondo indiscrezione sarebbe stato offerto a Kristen “bocca semichiusa” Stewart, ovvero Bella Swan di Twilight (quanto di più lontano probabilmente ci possa essere dall’universo nerd), un ruolo nella prossima trasposizione cinematografica di Akira. Si proprio quell’Akira.

Continua a leggere »

Last Night on Earth: Il gioco assoluto sugli Zombie!

“Braaaiiinnnn” Uno zombie generico

“Braaaaiiinnnn” Rionero mentre sbava pensando al gran fritto piemontese

Premessa: Rionero ha una perversa passione per gli Zombie.

Premessa n. 2: Del gioco non esiste una distribuzione italiana. A quanto ci è dato sapere non vi è una traduzione neanche in vista. Ma, ehi, chi è ormai che non parla inglese?

Continua a leggere »

Powered by WordPress